Currently editing: /home/cibiamic/public_html/trainingdiet.it/wp-content/themes/care/header.php Encoding: Switch to Code Editor Save COLAZIONE DA CAMPIONI - Training Diet

COLAZIONE DA CAMPIONI

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , ,

L’abitudine di fare colazione rappresenta una scelta sicuramente positiva, inutile dirlo; iniziare bene la giornata a partire dalla sveglia mattutina è un consiglio antico come il mondo. Indispensabile però non sbagliare il pasto, rischiando con scelte avventate di renderlo dannoso anziché salutare: numerosi studi scientifici, e anche la testa di ognuno di noi, puntano il dito verso gli ostracizzati cibi spazzatura, quegli alimenti, principalmente di origine industriale, che apportano le cosiddette calorie vuote. Si tratta di alimenti che hanno dimenticato che la funzione di un cibo è di nutrire e quindi apportare non solo calorie ma soprattutto nutrienti in senso stretto del termine, ossia vitamine, minerali e anche fibre. Molto spesso sono sbilanciati nel loro contenuto in macronutrienti, ricchi in carboidrati ad alto indice glicemico, poveri in proteine e abbondanti in grassi, quasi sempre di cattiva qualità.
Un gran assortimento di tali cibi è presente negli scaffali del supermercato proprio dedicati alla colazione: merendine, cornetti, torte, ma anche fette biscottate e i tanti pubblicizzati cornflakes o muesli pronti. Cibi che si travestono da salutari o salutistici, ponendo l’accento su aggettivi quale leggerezza, ricchezza in fibre, presenza di vitamine, povertà in grassi…cereali-colazione

Ciò che fondamentalmente li accomuna è che sono cibi pronti, appetibili e carboidratici, quindi ricchi di energia, proprio quella che ci serve per iniziare la nostra giornata di caccia nella savana!
Peccato che il nostro mezzo di trasporto non siano le nostre gambe, la maggioranza di noi fa un lavoro sedentario e che anche quelli che svolgono un lavoro di fatica, godono chi più chi meno dei progressi della tecnologia.
A prescindere dal fatto che l’eccesso di carboidrati nell’alimentazione occidentale sia eccessivo rispetto alle reali necessità, ci basti dire che diversi studi puntano il dito al pericolo, procurato sull’equilibrio nutrizionale giornaliero, causato da un eccesso di carboidrati assunti già di prima mattina: l’effetto sazietà risulta ridotto rispetto ad una colazione più completa, così come il rischio di assumerne sempre di più durante la giornata sia praticamente certo. Un’introito mattutino più equilibrato, che preveda la presenza significativa anche di proteine e grassi si ritiene più efficace da questo punto di vista, permettendoci di arrivare al pasto successivo meno affamati.

Che fare quindi? Indubbiamente quando pensiamo alle proteine non pensiamo alla brioche o alla crostata di frutta, ma ci vengono in mente più facilmente i cibi salati, quindi in linea generale cibi di origine animale, quali prosciutto, uova, latticini…e molto meno cibi di origine vegetale, quali legumi, frutta secca e semi oleosi anch’essi con una buona dose di proteine. La difficoltà per chi è intenzionato a scegliere la versione veg è la necessità di abbinare correttamente le varie fonti vegetali per “costruire” il pool aminoacidico completo e quindi avere un valore proteico elevato, del tutto analogo al collega onnivoro. Non è il tema di oggi scegliere fra la colazione veg o carnivora, ma è di rimarcare il fatto che in entrambi i casi è necessario abbinare bene i cibi e costruirsi la propria colazione ideale.

Quali sono le regole?

1. scegliere carboidrati a basso indice glicemico, integrali, il più al naturale possibile, evitando i prodotti da forno, i cereali pronti per la colazione e ricordando che anche la frutta, fresca od essiccata, è un carboidrato
2. scegliere le proteine, anche di origine vegetale, quale legumi e frutta secca
3. scegliere i grassi, controllandone la qualità, e assicurandosi di assumere la giusta dose di essenziali

Un buon esempio potrebbe essere la ricetta della Crema Budwig, un classico dell’alimentazione Kousmine, che riassume tutte le regole sopra elencate:

  • alto potere nutritivo
  • presenza di proteine ad alto valore biologico
  • basso carico glicemico
  • presenza di acidi grassi essenziali
  • autoprodotta e di basso costo

 

INGREDIENTI E PREPARAZIONE:budwig-ingredienti

Macinare finemente:

1 cucchiaio e mezzo di semi di lino

1 cucchiaio di cereale bio integrale (avena, orzo, riso, grano saraceno…)

1 cucchiaio di semi oleosi a piacere (nocciole, mandorle, noci,…)

Unire il macinato alla fonte proteica, scelta fra le seguenti:

125g yogurt bio vaccino o di soia

75g tofu

100g ricotta magra

Aggiungere la frutta:

100g banana (se si preferisce un cucchiaio di miele)

100g frutta fresca di stagione

una manciata di semi oleosi tritati (girasole, noci, mandorle, nocciole,…)

il succo di mezzo limone

crema budwig

 

Aggiungi un commento