Currently editing: /home/cibiamic/public_html/trainingdiet.it/wp-content/themes/care/header.php Encoding: Switch to Code Editor Save NON SOLO CALORIE! - Training Diet

NON SOLO CALORIE!

Laura Gogioso Blog della Salute Commenti disabilitati su NON SOLO CALORIE! , ,
Non solo calorie

Quante volte la scelta di acquistare un prodotto piuttosto che un altro dipende da quante calorie fornisce? Chi di voi non l’ha mai fatto?

Io stessa all’inizio della mia avventura da nutrizionista ritenevo che il bilancio calorico fosse fondamentale per impostare un corretto regime alimentare. D’accordo, si tenevano in conto anche rapporti nutrizionali un pò più specifici, ad esempio la quantità di grassi saturi totali, le percentuali relative di proteine vegetali e animali, la quantità di fibre….ma poco in realtà sul bilanciamento qualitativo (e quantitativo) del pasto. Il consumatore era ed è più spesso condizionato, anche a livello pubblicitario, dal contenuto calorico di un alimento, trascurandone molto spesso la qualità nutrizionale e il “percorso” dell’alimento stesso una volta entrato nel suo organismo.

L’incedere delle conoscenze ci obbliga a considerare i cibi come un qualcosa di più di un semplice contenitore calorico. Sono già molti anni che i cibi sono studiati dal punto di vista “funzionale”, indagandone i possibili effetti benefici sulla salute umana. In realtà altro non è che un comportamento assolutamente naturale, un ritorno al cibo come medicina, alla nutrizione come primo atto preventivo, al fine di ridurre l’insorgere delle malattie cronico-degenerative. Sappiamo infatti tutti molto bene quanto sia critica l’influenza dell’ambiente, quindi della nutrizione e più in generale dello stile di vita, in relazione alla probabilità di ammalarsi.

Quindi attenzione sicuramente all’apporto calorico: è appurato che il grasso corporeo in eccesso non è esclusivamente un fatto estetico. Il tessuto adiposo si comporta in realtà non solo come un compartimento di deposito, ma è esso stesso un organo endocrino e come tale in grado di condizionare le risposte metaboliche dell’organismo, agendo in senso infiammatorio e quindi “preparando il terreno” all’insorgere delle malattie cronico-degenerative.

Attenzione però anche all’apporto qualitativo della nostra giornata alimentare, che va arricchita il più possibile da alimenti “funzionalmente” corretti che siano in grado di aiutare il nostro organismo a difendersi dagli agenti esterni e dalle pressioni ambientali.

Alimenti funzionali particolarmente indagati sono i vegetali e una buona regola per fare il pieno di principi “nutraceutici” è nutrirsi secondo le stagioni. Nel periodo biologico della pianta avremo infatti il contenuto massimo della sostanza funzionale caratteristica e propria di quell’alimento, potendone quindi trarre il massimo del beneficio. Se provassimo a disporre i vegetali in un calendario stagionale, indicandone per ciascuno il principio funzionale e i relativi effetti “farmacologici”, potremmo osservare una “copertura” continua durante tutto l’anno.

Naturalmente non solo i vegetali sono forieri di tanta salubrità: anche il mondo animale può aiutarci nel percorso preventivo; come non dimenticare gli effetti antinfiammatori e di amici del cuore degli orami famosi omega-3 del pesce?

Voglio concludere con un antico aforisma di Galeno, che ritengo a tutt’oggi uno dei più attuali: “la medicina interviene quando allenamento e dieta hanno fallito”