Currently editing: /home/cibiamic/public_html/trainingdiet.it/wp-content/themes/care/header.php Encoding: Switch to Code Editor Save alimentazione Archives - Training Diet

alimentazione

LA DIETA DEL RIPOSO

Laura Gogioso Mondosport, Tennis Lascia un commento   , ,

Ed ecco l’articolo che ho scritto per IL TENNIS ITALIANO, pubblicato a Dicembre…puoi scaricarlo in pdf dal link o leggerlo direttamente

ARTICOLO DICEMBRE 2015 TENNIS ITALIANO

 

Ed eccoci arrivati alla fine della stagione agonistica! Il Natale è alle porte e con i festeggiamenti arriva per molti di noi il periodo di sospensione dall’attività sportiva.

Ma come fare con l’alimentazione? Il rischio maggiore è quello di lasciarsi andare e in qualche misura rischiare di alterare i nostri equilibri che con tanto impegno abbiamo ottimizzato durante l’anno.dieta sport tennis

Premesso che non sono una settimana di relax anche alimentare e tantomeno un paio di giorni di eccessi a fare il guaio, possiamo utilizzare strategicamente il periodo di pausa in maniera costruttiva, puntando ad un obiettivo che ci permetta di iniziare la prossima stagione al pieno della forma. Facciamo una piccola premessa e definiamo il concetto di recupero: molto semplicemente, in nutrizione rappresenta il momento nel quale mangiando andiamo a ricostruire i depositi di glicogeno e sosteniamo la sintesi proteica, in modo da riparare i microtraumi alle fibre muscolari sollecitate dall’attività sportiva. Cerchiamo di ampliare maggiormente il concetto: recuperare significa anche rilassare tutti i sistemi “stressati” dall’attività sportiva, quindi molto banalmente il sistema nervoso, ma anche il sistema immunitario, il comparto metabolico e naturalmente l’osteo-articolare. Ecco che allora ci si può sentire particolarmente stanchi, maggiormente nervosi, indolenziti per un periodo di tempo più prolungato del solito…facciamo semplicemente più fatica. Continua …


TENNIS E ALIMENTAZIONE: il pieno? Si grazie!

Laura Gogioso Blog della Salute, Mondosport, Tennis Lascia un commento   , ,

TENNIS ITALIANO NOVEMBRE 2015

Ecco il mio primo articolo per il mensile IL TENNIS ITALIANO!

Dal mese di novembre è iniziata questa nuova collaborazione, che mi riempie di gioia e di orgoglio: pubblicare sulla mia rivista preferita che leggo da almeno 30 anni è meraviglioso!

Ho voluto intitolare il mio primo articolo “Il pieno? Si, grazie” per introdurre il tema alimentazione e tennis, spiegando quanto sia importante scegliere la giusta miscela di nutrienti in relazione all’intensità di gioco.

Spero durante questo percorso mensile di aiutarvi nella gestione della vostra alimentazione, rendendola l’alleato della vostra performance, ma soprattutto la base per la vostra salute.

 

Clicca sul link e leggi l’articolo!

TENNIS ITALIANO ARTICOLO NOVEMBRE

 


COLAZIONE DA CAMPIONI

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , ,

L’abitudine di fare colazione rappresenta una scelta sicuramente positiva, inutile dirlo; iniziare bene la giornata a partire dalla sveglia mattutina è un consiglio antico come il mondo. Indispensabile però non sbagliare il pasto, rischiando con scelte avventate di renderlo dannoso anziché salutare: numerosi studi scientifici, e anche la testa di ognuno di noi, puntano il dito verso gli ostracizzati cibi spazzatura, quegli alimenti, principalmente di origine industriale, che apportano le cosiddette calorie vuote. Si tratta di alimenti che hanno dimenticato che la funzione di un cibo è di nutrire e quindi apportare non solo calorie ma soprattutto nutrienti in senso stretto del termine, ossia vitamine, minerali e anche fibre. Molto spesso sono sbilanciati nel loro contenuto in macronutrienti, ricchi in carboidrati ad alto indice glicemico, poveri in proteine e abbondanti in grassi, quasi sempre di cattiva qualità.
Un gran assortimento di tali cibi è presente negli scaffali del supermercato proprio dedicati alla colazione: merendine, cornetti, torte, ma anche fette biscottate e i tanti pubblicizzati cornflakes o muesli pronti. Cibi che si travestono da salutari o salutistici, ponendo l’accento su aggettivi quale leggerezza, ricchezza in fibre, presenza di vitamine, povertà in grassi…cereali-colazione Continua …


L’ALIMENTAZIONE DEL TENNISTA

Laura Gogioso Mondosport, Tennis, Training Camp Lascia un commento   , , ,

L’ALIMENTAZIONE DEL TENNISTA: CORSO TEORICO-PRATICO

pallina tennisINTRODUZIONE

La ricerca della performance ha spinto sempre più atleti ad occuparsi in maniera attiva della propria salute e uno dei fattori su cui facilmente si può agire è sicuramente l’alimentazione; per molti atleti, pensiamo a Djokovic, ricopre un ruolo fondamentale della propria routine giornaliera.

Durante questo incontro si metterà a fuoco l’alimentazione dello sportivo, in particolare del tennista, esaminando i punti chiave alla base di una corretta alimentazione, in grado di sostenere l’atleta, anche amatoriale, durante l’allenamento, la performance e il recupero.

pallina tennisOBIETTIVI

Particolare enfasi sull’importanza di un’alimentazione qualitativa oltrechè quantitativa, andando oltre il bilancio calorico e la mera caloria

Focalizzeremo la nostra attenzione su stress ossidativo, acidosi e infiammazione. Verrà trattata la corretta gestione dei carichi glicemici e su come distribuirli correttamente a seconda della tipologia di impegni, sportivi e non.

Impareremo inoltre l’importanza di gestire in maniera consona la nostra composizione corporea, adattando le proporzione dei macronutrienti a seconda dell’obiettivo prefissato.

Non meno importante la gestione dell’idratazione e dell’integrazione, con l’indicazione su quali supplementi siano più utili per il tennista e quali strategie adottare in caso di infortunio. Continua …


VIVIAMO IN UN AMBIENTE CHE CREA OBESITA’?

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , , ,

Chi va con lo zoppo impara a zoppicare! Pare che questo detto calzi a pennello anche in ambito nutrizionale. Alla disperata ricerca di un metodo finalmente risolutivo sul problema dell’obesità incipiente, ci si è accorti (sigh!) che l’ambiente in cui viviamo è esso stesso obesogenico: in pratica indirizza la popolazione e soprattutto i bambini ad acquisire abitudini e stili di vita “ingrassanti”. Tutto ciò conduce ad una minore efficacia e addirittura al fallimento di tutti quei progetti e approcci che non tengano in conto di una variabile, l’ambiente circostante, così potente.

Non è infatti facile per gli individui, siano essi adulti bambini o, più estesamente, gruppi familiari, applicare insegnamenti positivi se l’ambiente circostante induce e promuove comportamenti diretti verso un alto consumo energetico e una vita sedentaria. ambiente obesitàE’ lecito allora chiarire cosa si intende per ambiente obesogenico:

 la somma delle influenze che l’ambiente circostante, le opportunità e le condizioni  di vita hanno sulla promozione dell’obesità negli individui e nelle popolazioni

Questa definizione allarga l’orizzonte, comprendendo nell’insieme “ambiente circostante” non solo il microambiente (scuola, famiglia,…) ma anche il macroambiente (progetti sanitari, educativi, governo, industria alimentare e tendenze sociali), tutti componenti decisamente meno sotto il controllo dell’individuo.

Della serie, se lo conosci lo eviti, proviamo ad elencare in maniera più dettagliata questi “determinanti obesogeni ambientali, con riferimento specifico a quelli che influiscono sui bambini di età inferiore agli 8 anni. Sembra infatti, con un consenso che diventa sempre più ampio ricerca dopo ricerca, che l’età più appropriata nella quale procedere con un intervento anti-obesità sia quella della prima infanzia, più precisamente dalla nascita agli otto anni. E’ questo infatti il periodo di vita critico relativamente all’assunzione di uno stile di vita più o meno corretto. Continua …


IPPOCRATE AVEVA RAGIONE

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , , , ,

bambini-che-giocano

Ieri sera ascolto al TG dei tagli alla salute da parte del nostro governo e nel servizio successivo il quadro allarmante dello stato di salute attuale e futuro della popolazione italiana. Non mi addentrerò nel merito delle scelte politiche, ma mi limito ad alcune considerazioni.

I tagli alla salute si inseriscono in un contesto di aumento di necessità: se è vero che i futuri malati stanno crescendo quale sarà la qualità e la quantità delle risorse che potranno essere impiegate?

Purtroppo il fenomeno obesità non è solo un problema estetico, e questo ormai penso sia chiaro per tutti. Le patologie direttamente e indirettamente collegate spaziano dalle più gravi quali cancro, malattie immunitarie, disordini cardiovascolari, osteoporosi, alle più sottovalutate, come ipotiroidismo, ipogonadismo, infertilità…con un elenco che in realtà può anche non finire mai.

Quindi se faccio due più due, non posso che avere quattro!

I report parlano chiaro: se l’obesità, o anche il sovrappeso, aumentano, aumenteranno di conseguenza anche un gran numero di patologie…e allora la spesa per la salute dovrà per forza aumentare!

A questo punto chiunque rischia di diventare banale e retorico, quindi non mi dilungo su quelli che sono gli interessi “a monte” che dirigono le scelte alimentari della popolazione o le indicazioni “terapeutiche” dell’industria farmacologica.

Vi voglio solo ricordare quello che diceva Ippocrate, la figura di riferimento della medicina classica, ormai più di duemila anni fa: la medicina interviene dove esercizio fisico e alimentazione hanno fallito.

Continua …


IL MENU’ DI NATALE: TRADIZIONE E LEGGEREZZA

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , ,

Vogliamo provare a preparare un vero pranzo della tradizione rivisitando qualche ricetta in chiave più moderna, senza tralasciarne il gusto (e l”occhio!)? Non è poi così complicato, anzi può essere divertente sperimentare nuovi sapori.

Ecco la mia proposta per il vostro pranzo di Natale: le dosi sono sufficienti per 8  – 10 persone.

Mousse al prosciutto con bastoncini croccanti e cannolo di pane

 Ingredienti:

200g prosciutto cotto sgrassato

80g ricotta

100g yogurt bianco magro

160g pane integrale

un sedano rapa

pistacchi o anacardi spezzettati

Procedimento:

Frullare il prosciutto cotto con lo yogurt; sbattere la ricotta con una forchetta a renderla ben spumosa. Unire i due composti molto delicatamente e far riposare in frigorifero. Nel frattempo pulire il sedano rapa e tagliarlo a bastoncini. Ricavare dal pane integrale delle fette sottili e stenderle con il matterello; formare un cannolo, aiutandosi con albume sbattuto per chiudere e infornare fino a doratura. Servire la mousse, cospargendola di pistacchi tritati.

 

Continua …