Currently editing: /home/cibiamic/public_html/trainingdiet.it/wp-content/themes/care/header.php Encoding: Switch to Code Editor Save cibo sano Archives - Training Diet

cibo sano

IPPOCRATE AVEVA RAGIONE

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , , , ,

bambini-che-giocano

Ieri sera ascolto al TG dei tagli alla salute da parte del nostro governo e nel servizio successivo il quadro allarmante dello stato di salute attuale e futuro della popolazione italiana. Non mi addentrerò nel merito delle scelte politiche, ma mi limito ad alcune considerazioni.

I tagli alla salute si inseriscono in un contesto di aumento di necessità: se è vero che i futuri malati stanno crescendo quale sarà la qualità e la quantità delle risorse che potranno essere impiegate?

Purtroppo il fenomeno obesità non è solo un problema estetico, e questo ormai penso sia chiaro per tutti. Le patologie direttamente e indirettamente collegate spaziano dalle più gravi quali cancro, malattie immunitarie, disordini cardiovascolari, osteoporosi, alle più sottovalutate, come ipotiroidismo, ipogonadismo, infertilità…con un elenco che in realtà può anche non finire mai.

Quindi se faccio due più due, non posso che avere quattro!

I report parlano chiaro: se l’obesità, o anche il sovrappeso, aumentano, aumenteranno di conseguenza anche un gran numero di patologie…e allora la spesa per la salute dovrà per forza aumentare!

A questo punto chiunque rischia di diventare banale e retorico, quindi non mi dilungo su quelli che sono gli interessi “a monte” che dirigono le scelte alimentari della popolazione o le indicazioni “terapeutiche” dell’industria farmacologica.

Vi voglio solo ricordare quello che diceva Ippocrate, la figura di riferimento della medicina classica, ormai più di duemila anni fa: la medicina interviene dove esercizio fisico e alimentazione hanno fallito.

Continua …


IL MENU’ DI NATALE: TRADIZIONE E LEGGEREZZA

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , ,

Vogliamo provare a preparare un vero pranzo della tradizione rivisitando qualche ricetta in chiave più moderna, senza tralasciarne il gusto (e l”occhio!)? Non è poi così complicato, anzi può essere divertente sperimentare nuovi sapori.

Ecco la mia proposta per il vostro pranzo di Natale: le dosi sono sufficienti per 8  – 10 persone.

Mousse al prosciutto con bastoncini croccanti e cannolo di pane

 Ingredienti:

200g prosciutto cotto sgrassato

80g ricotta

100g yogurt bianco magro

160g pane integrale

un sedano rapa

pistacchi o anacardi spezzettati

Procedimento:

Frullare il prosciutto cotto con lo yogurt; sbattere la ricotta con una forchetta a renderla ben spumosa. Unire i due composti molto delicatamente e far riposare in frigorifero. Nel frattempo pulire il sedano rapa e tagliarlo a bastoncini. Ricavare dal pane integrale delle fette sottili e stenderle con il matterello; formare un cannolo, aiutandosi con albume sbattuto per chiudere e infornare fino a doratura. Servire la mousse, cospargendola di pistacchi tritati.

 

Continua …


A PROPOSITO DI CELIACHIA

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , ,
A proposito di celiachia

Nel gennaio 2012 sulla rivista israeliana IMAJ in una review (Raanan Shamir. Can feeding practice during infancy change the risk for celiac disease? IMAJ – vol 14-January 2012 ) ci si è posta una domanda interessante: è in grado l’allattamento durante i primi mesi di vita di influenzare il rischio di celiachia?
Per dovere di cronaca si tratta di un quesito già trattato in passato e preso in considerazione da diversi gruppi di studio già negli anni 80 ed anche prima; questa review ha il merito di esporre con semplicità e chiarezza lo stato dell’arte su questo argomento, fornendo spunti per ulteriori discussioni. Ed è questo il motivo per cui desidero proporvela.

Gran parte di noi ormai conosce le caratteristiche della celiachia, malattia su base immunitaria propria di individui geneticamente predisposti, che manifestano sintomi gastrointestinali e sistemici indotti dall’introduzione con la dieta di glutine.
Ciò che appare chiaro agli addetti ai lavori è che la celiachia è una malattia decisamente più presente di quanto ritenuto, interessando lo 0,5% della popolazione totale, con incidenza in Italia di 1 soggetto ogni 100 – 150 persone. In Italia i dati forniti dall’Associazione Italiana Celiachia riferiscono di 85 mila celiaci diagnosticati, 400 mila potenziali, 5000 nuove diagnosi ogni anno, 2800 nascite di bambini celiaci.

Continua …


OBESITÀ DELLA MADRE E SALUTE FETALE

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , ,
L'alimentazione in gavidanza

Mi ha interessato molto la lettura di questo articolo (Rkhzay, J. F. O’Dowd, C. J. Stocker. Maternal Obesity and the fetal origins of the mebolic syndrome. Curr Cardiovasc Risk Rep (2012) 6:487-495) e desidero proporvelo.

Negli ultimi decenni si è assistito ad un rapido incremento dei disordini metabolici, fenomeno che ha interessato le popolazioni di ogni età e di ogni parte del mondo. Nessuno nutre dubbi sull’influenza dello stile di vita sull’epidemia di obesità in atto, ma attualmente ci sono sempre più evidenze che l’ambiente di sviluppo precoce del bambino possa giocare un ruolo chiave nella programmazione di un fenotipo fisiologico sfavorevole durante la vita adulta (ad esempio l’insorgenza del diabete…)
In particolare evidenze cliniche hanno messo in evidenza come una sovralimentazione materna, associata o no ad obesità, durante la gravidanza sia in grado di determinare non solo effetti negativi sulla salute della madre stessa, ma anche persistenti e deleteri effetti sullo sviluppo del feto e del bambino.
Lo studio del genoma ha permesso di determinare l’importanza dell’assetto genetico individuale rispetto alla predisposizione verso le malattie metaboliche. Attualmente è confermato che il genotipo di un individuo può essere determinato dall’ambiente stesso di sviluppo e in particolare dallo stato nutrizionale della madre.

Continua …


ANCHE IL PESCE HA LE SUE STAGIONI

Laura Gogioso Blog della Salute Commenti disabilitati su ANCHE IL PESCE HA LE SUE STAGIONI , ,
Anche il pesce ha le sue stagioni

Variare l’alimentazione è sicuramente una regola da seguire, così come è necessario il consumo di pesce, con un inserimento in un piano settimanale di almeno 4 volte. L’aumento dei prezzi ha sicuramente inciso su una riduzione dei consumi, dirottando le scelte verso fonti proteiche a minor costo e forse di maggiore reperibilità, almeno in alcune zone.

Ecco che allora può rappresentare una scelta economica, ecosostenibile e salutare rivolgere la propria attenzione al pesce cosiddetto povero, le specie del nostro mare, così saporite e ricche di principi nutritivi. Scegliendo questo tipo di prodotto rispettiamo il mare e le sue stagioni, permettendo la salvaguardia dell’ecosistema e permettendo alle specie più a rischio, e più spesso sulle nostre tavole, di tirare un pò il fiato dalla pressione cui sono sottoposti.

Continua …


NON SOLO CALORIE!

Laura Gogioso Blog della Salute Commenti disabilitati su NON SOLO CALORIE! , ,
Non solo calorie

Quante volte la scelta di acquistare un prodotto piuttosto che un altro dipende da quante calorie fornisce? Chi di voi non l’ha mai fatto?

Io stessa all’inizio della mia avventura da nutrizionista ritenevo che il bilancio calorico fosse fondamentale per impostare un corretto regime alimentare. D’accordo, si tenevano in conto anche rapporti nutrizionali un pò più specifici, ad esempio la quantità di grassi saturi totali, le percentuali relative di proteine vegetali e animali, la quantità di fibre….ma poco in realtà sul bilanciamento qualitativo (e quantitativo) del pasto. Il consumatore era ed è più spesso condizionato, anche a livello pubblicitario, dal contenuto calorico di un alimento, trascurandone molto spesso la qualità nutrizionale e il “percorso” dell’alimento stesso una volta entrato nel suo organismo.

L’incedere delle conoscenze ci obbliga a considerare i cibi come un qualcosa di più di un semplice contenitore calorico. Sono già molti anni che i cibi sono studiati dal punto di vista “funzionale”, indagandone i possibili effetti benefici sulla salute umana. In realtà altro non è che un comportamento assolutamente naturale, un ritorno al cibo come medicina, alla nutrizione come primo atto preventivo, al fine di ridurre l’insorgere delle malattie cronico-degenerative. Sappiamo infatti tutti molto bene quanto sia critica l’influenza dell’ambiente, quindi della nutrizione e più in generale dello stile di vita, in relazione alla probabilità di ammalarsi.

Continua …