Currently editing: /home/cibiamic/public_html/trainingdiet.it/wp-content/themes/care/header.php Encoding: Switch to Code Editor Save sport Archives - Training Diet

sport

OBESITÀ DELLA MADRE E SALUTE FETALE

Laura Gogioso Blog della Salute Lascia un commento   , , , ,
L'alimentazione in gavidanza

Mi ha interessato molto la lettura di questo articolo (Rkhzay, J. F. O’Dowd, C. J. Stocker. Maternal Obesity and the fetal origins of the mebolic syndrome. Curr Cardiovasc Risk Rep (2012) 6:487-495) e desidero proporvelo.

Negli ultimi decenni si è assistito ad un rapido incremento dei disordini metabolici, fenomeno che ha interessato le popolazioni di ogni età e di ogni parte del mondo. Nessuno nutre dubbi sull’influenza dello stile di vita sull’epidemia di obesità in atto, ma attualmente ci sono sempre più evidenze che l’ambiente di sviluppo precoce del bambino possa giocare un ruolo chiave nella programmazione di un fenotipo fisiologico sfavorevole durante la vita adulta (ad esempio l’insorgenza del diabete…)
In particolare evidenze cliniche hanno messo in evidenza come una sovralimentazione materna, associata o no ad obesità, durante la gravidanza sia in grado di determinare non solo effetti negativi sulla salute della madre stessa, ma anche persistenti e deleteri effetti sullo sviluppo del feto e del bambino.
Lo studio del genoma ha permesso di determinare l’importanza dell’assetto genetico individuale rispetto alla predisposizione verso le malattie metaboliche. Attualmente è confermato che il genotipo di un individuo può essere determinato dall’ambiente stesso di sviluppo e in particolare dallo stato nutrizionale della madre.

Continua …


QUATTRO CHIACCHIERE CON LA PROF…

Laura Gogioso Mondosport Lascia un commento   , , ,

Negli ultimi anni si é assistito ad un notevole aumento dell’interesse dei ricercatori e del mondo sportivo in genere nei confronti del legame alimentazione e sport. É naturale che in un ambiente di forte competività, in cui la vittoria o il raggiungimento del massimo della performance rappresentano lo scopo finale del percorso di allenamento, sia logico andare alla ricerca dell’ottimizzazione di ogni variabile che condizioni positivamente gli obiettivi prefissati.

Questo per gli sportivi professionisti, ma anche per gli sportivi così detti amatoriali o dilettanti, per i quali le variabili condizionanti paradossalmente sono ancora di più, visto che lo sport non rappresenta impegno esclusivo, ma attività extra lavoro e che quindi deve prevedere una corretta collocazione nella giornata tipo del soggetto stesso.

Continua …